Kettlebell, quale scegliere?

Capobranco Altro 9 Comments

Scopri quale kettlebell scegliere in base alle tue esigenza, al tuo portafogli e alla location in cui devi allenarti.

Una volta non avevi scelta, i modelli di kettlebell erano due: RKC e Ghiri Sport (Hollow). Aumentata la richiesta del mercato, sempre più aziende hanno iniziato a produrre kettlebell, mettendo in commercio anche modelli davvero assurdi semplicemente per proporre qualcosa di diverso.

Quando iniziai ad utilizzare i kettlebell, c’erano solo due “scuole di pensiero”, RKC e Ghiri Sport, ognuna aveva la sua metodica, la sua tecnica (anche se discutibile) ma soprattutto, ognuna aveva il suo kettlebell.

Non si poneva neanche il problema: quale kettlebell scegliere, era “imposto”, c’erano solo quelli, e li usavi in base a che indirizzo prendevi.

Il modello di kettlebell identificava come un marchio stampato a fuoco sul culo di una vacca, quale fosse lo “stile” che il praticante seguiva.

Kettlebell (RKC) ovviamente RKC, modello hollow (ghiria) ovviamente Ghiri Sport.

Quando il mercato ha aumentato la domanda, sempre più aziende hanno iniziato a produrre kettlebell e questo ha avuto una serie di effetti:

  • Prezzi più bassi
  • Misure diverse
  • Modelli diversi

Se prezzi più bassi e misure diverse ci hanno fatto comodo, avere modelli diversi ha creato non poca confusione.

In primis perché se non sei un “insider” cioè, un esperto del settore, non sai che conseguenze ci siano nel comprare un modello rispetto ad un altro.

Sembrano tutti uguali, potrebbe sembrare che un modello o l’altro sia tutto uguale.

Anche se sono molto diversi potresti pensare che alla fine non ci sia tutta quella differenza quindi scegli a caso.

Il rischio è che tu compri un kettlebell che poi non viene utilizzato quindi hai buttato via i tuoi soldi.

In questo articolo ti spiego tutti gli aspetti che devi prendere in considerazione per scegliere il kettlebell giusto per te.

Kettlebell o Ghiria?

Ho scritto un articolo sul fatto che in realtà chiamare un attrezzo kettlebell o ghiria non fa differenza, entrambi sono kettlebell, entrambi sono ghirie.

Ecco l’articolo: http://www.kettlebellspecialist.it/altro/sai-riconoscere-un-kettlebell-ghiria/

Qui ti darò alcune dritte su quale modello scegliere.

kettlebell ghiria

Modello RKC

L’attrezzo a sinistra è un modello che all’aumentare del peso cambia di dimensione. Più diventa pesante più il corpo diventa grande.

La maniglia aumenta di diametro e larghezza.

AUMENTANDO IL PESO quindi avrai da affrontare un paio di problemi:

  • La maniglia, più diventa spessa, quindi più è grande il diametro, più farai fatica con l’avambraccio
  • Il corpo, diventando più grande rende il carico più destabilizzante perché starà sempre più lontano dall’impugnatura
  • Aumentando di peso, aumenta anche la larghezza della maniglia, rendendo più difficile l’incastro, soprattutto per le ragazze che hanno il polso più fine

DIMINUENDO IL PESO invece avrai una maniglia troppo stretta nella quale non entrerà la mano in incastro e non entreranno tutte e due le mani nello swing a due mani.

Il carico per quanto meno destabilizzante (perché sarà vicino all’impugnatura) sarà concentrato in un punto più piccolo del polso e questo potrebbe dare più fastidio.

Modello Hollow

Il modello HOLLOW invece, resta sempre della stessa dimensione anche se aumenta il peso, quindi la maniglia sarà sempre della stessa dimensione , il corpo pure.

In questo modo, l’incastro sarà sempre lo stesso, la destabilizzazione cambierà ma non di tanto passando da un carico all’altro, e l’appoggio sull’avambraccio  sarà sempre sulla stessa superficie.

Ovviamente gli Hollow vengono prodotti in tante versioni, la maggior parte delle quali hanno misure sbagliate ed altri accorgimenti al quale devi stare attento.

Piccole, grandi differenze

kettlebell differenze

Guarda questi 3 kettlebell, tutti e tre modello Hollow, cioè, cavi, vuoti dentro.

La dimensione e la forma resta la stessa anche se il carico aumenta perché vengono riempiti con più o meno materiale, oppure vengono fatti con le pareti più o meno spesse.

Sembrano tutti e tre uguali ma sono veramente diversissimi e tra poco saprai esattamente come riconoscerli, quali comprare e quale evitare come la peste.

Prima considerazione da fare:

VERNICIATURA DELLA MANIGLIA

Negli esercizi balistici come swing, clean e snatch, il grip della mano sulla maniglia è fondamentale.

Devi tenere stretta la maniglia mentre il kettlebell vola ed oscilla, e tutto questo è reso molto più difficile se l’attrezzo ti scivola via.

Immagina di fare stacco da terra con del sapone o dell’olio sul bilanciere…..

La maniglia, per permettere un grip ottimale, dovrebbe presentare il metallo non trattato, grezzo.

In questo modo per esempio la Magnesite (la polvere bianca dei pesisti) entra nelle porosità del ferro aumentando l’attrito ed evitando che scivoli.

Alcuni tipi di kettlebell però, sono venduti con la maniglia verniciata (di solito con vernice trasparente ma come l’esempio in foto a sx, di argento) e sono inutilizzabili.

Appena la mano inizia a sudare, stringere la maniglia diventa un’impresa, l’avambraccio deve lavorare dieci volte di più e presto sei costretto a mettere a terra.

Perché allora viene verniciata?

Semplice, il metallo non verniciato diventa scuro, arrugginisce con l’umidità, e la magnesite sopra la maniglia la fa sembrare sporca e vecchia.

In certi ambienti si preferisce mettere dei kettlebell con maniglia verniciata, bella lucente, che sembra sempre nuova anche se rende il kettlebell praticamente inutilizzabile.

Se il kettlebell non è performante, in questi club, probabilmente non interessa, l’importante è l’aspetto, è far apparire gli attrezzi luccicanti e non far sporcare la mani a chi deve farci 5 ripetizioni.

Sono scelte, anche tu quindi fai la tua scelta.

Se hai comprato dei kettlebell con maniglia verniciata perché non sapevi che poteva essere un problema, non ti preoccupare, ecco la soluzione.

Armati di carta vetrata telata, oppure con spugne abrasive e tanta buona volontà. Devi passare la carta vetrata finchè non avrai tolto tutta la vernice. A quel punto potrai pulire con alcool, e mettere la magnesite.

Ecco un video tutorial su come fare:

FORMA DELLA MANIGLIA

Lo spazio interno alla maniglia, nel quale devi infilare la mano, è molto importante, guarda questi due kettlebell.

In quello a sinistra è più un rettangolo con gli angoli arrotondati, quindi lascia più spazio per la mano.

Quello a destra invece è più un “ellisse”, meno spazio per la mano e questo deve essere un segnale di allarme.

kettlebell dimensioni maniglia

Ci sono forme anche molto diverse ma la regola per andare sul sicuro quando vuoi comprare un kettlebell deve essere:

Più si allontana da questa qui sopra a sinistra, più aumenta la possibilità che sia un kettlebell pessimo.

Vediamone alcuni:

kettlebell da evitarekettlebell regolabile kettlebell plastica

Tutti e tre hanno in comune la forma della maniglia davvero assurda, perché è come un triangolo.

Non devi assolutamente comprare i kettlebell che hanno la maniglia triangolare!

Se vogliamo andare ancora più nel dettaglio, quello a sinistra ha la gommatura che crea lo scalino che poi da fastidio sul polso, ed ha la maniglia cromata!!! Inutilizzabile.

Quello nel centro è uno dei vari modelli a peso regolabile, in questo caso togliendo dei dischi (quelli grigi sono dischi estraibili) a me non piacciono, cambia sempre la forma dell’appoggio sull’avambraccio, ed il baricentro è sempre diverso, non mi piace.

Quelli a destra, sono di plastica…sono giocattoli, il grip sulla maniglia è nullo, la magnesite non può attaccare.

DIMENSIONI DELLA MANIGLIA

Può sembrare una sciocchezza ma la differenza tra queste due maniglie è abissale. Io che sono un atleta di kettlebell lifting, che ho vinto due mondiali, quindi non esattamente l’ultimo arrivato, con il kettlebell a destra non posso fare neanche un minuto di jerk!

Anche se è leggero per me, la forma della maniglia è del tutto sbagliata.

Nel kettlebell a destra lo spazio nel quale devi infilare la mano è più stretto quindi la curva in basso, quella indicata dalla freccia verde, preme fortissimo sul polso dando un dolore allucinante.

Sapendo che la dimensione giusta è quella a sinistra, inizia a vedere che quella a destra è più piccola e stretta, inizia a farci l’occhio e inizia a “sgamare” tutto quello che non va bene.

Chiaro che qui parliamo di “incastro” cioè, di saper come metterci dentro la mano, perché se la impugni in modo sbagliato, quella curva non ti batte sul polso e non ti da dolore…..ma se non sai incastrare, il tuo problema non è nella scelta del kettlebell.

kettlebell curve sbagliate

GOMMATURA

La gommatura è un altro aspetto importante da valutare.

I kettlebell che abbiamo visto fino ad ora sono tutti, completamente in metallo, anche sotto, ma questo richiede che vengano usati su un pavimento adeguato.

Io per esempio nel mio centro ho due sale, una con del linoleum, l’altra con un vecchio parquet e posso usare questi modelli in entrambe le sale.

Se hai un pavimento gommato va benissimo, ma su pavimenti più delicati, che non devono essere rigati o rovinati come parquet più pregiati o mattonelle?

In questo caso la gommatura diventa un aspetto fondamentale da valutare.

In origine c’erano i kettlebell rivestiti di gomma, come questo:

kettlebell gommato

A parte che le misure erano sbagliate, con un peso leggero era troppo piccola la maniglia, con un peso pesante era troppo grande, la maniglia era verniciata … insomma un disastro, ed oltre tutto, presentava questo problema:

kettlebell gommato scalino

Lo scalino formato dalla gommatura che ti ho indicato in rosso e con la freccia, premeva proprio sul polso, e non era piacevole neanche con carichi leggeri.

Gommature intelligenti

Per fortuna però i produttori si sono evoluti e siamo arrivati ad uno dei kettlebell che preferisco, il kettlebell domyos:

kettlebell domyos

Lo adoro per vari motivi ma restiamo in tema “gommatura”. Se vedi, è gommato solo sotto la linea blu.

In questo modo la gommatura non interferisce con l’incastro, cioè con la tua mano che entra nella maniglia.

Facendolo cosi, a parte che a me piace proprio a livello estetico, sono riusciti a mantenere la base ampia.

Esisteva infatti un modello che aveva la gommatura fissata sotto, sul fondo.

Un cerchio di gomma che era tipo un sotto bicchiere, ma la base era cosi stretta che diventava pericoloso usarlo per esercizi tipo Renegade Row nel quale dovevi starci sopra in posizione di push up

kettlebell fondo gommato

L’ultimo modello gommato che ti faccio vedere è il più bel kettlebell che abbia mai visto, cosi bello che non avrei il coraggio di provarlo, anche se in realtà l’ho pure recensito, è il kettlebell Technogym

kettlebell technogym

Elegante! Stiloso! Altra categoria…purtroppo la maniglia è cromata e l’unico uso che ne si può fare è davvero quello del soprammobile.

Oltre a questo, costa un occhio della testa. Adatto a centri di lusso nei quali i clienti non devono fare più di 4 ripetizioni e non di esercizi balistici.

FINALITA’

Per cosa ti serve questo kettlebell?

La risposta è semplice. Se ti serve perché devi preparare delle gare di kettlebell lifting, allora devi per forza prendere i kettlebell che troverai in pedana, in gara, quelli del video che hai visto sopra.

Sei vincolato da questa cosa. Se costano poco, tanto, se non ti piacciono, se vorresti fossero diversi, non importa, devi comprarli lo stesso.

Fortunatamente non costano molto.

Se invece ti servono dei kettlebell per lavorare in palestra, nei personal, per la preparazione atletica o roba del genere, il mio consiglio è: compra quello che ha le caratteristiche migliori, al prezzo più basso.

Non il migliore come dimensioni magari, ma fregatene, spendi il meno possibile e magari comprane uno in più.

A te cosa cambia se la maniglia è mezzo centimetro più stretta? Niente. Certo non deve essere “troppo stretta” ma entro certi limiti va bene, mentre io che faccio kettlebell lifting, anche un millimetro mi cambia il mondo.

Valuta tutte le cose che abbiamo visto, fai un sunto e poi vedi il prezzo.

PREZZO

Analizziamo un po’ i prezzi, vedendo soprattutto gli estremi.

Partendo da quello che costa meno, troviamo il Kettlebell Domyos.

Costa circa 2,25 euro al chilo e nel complesso è un ottimo kettlebell. Non adatto al kettlebell lifting ma è esteticamente carino, rifinito bene, è gommato in modo intelligente, la maniglia ha dimensioni buone nei carichi da 12 a 20 chili. Come abbiamo visto, sotto 12 kg diventa troppo piccola e sopra 20 è troppo grande. Altra pecca, carico massimo solo 24 kg.

E’ sicuramente meglio di un kettlebell Gorilla che costa circa questa cifra ma non ha niente di speciale, se non una maniglia troppo stretta che ne rende l’utilizzo più scomodo.

Il più costoso che abbia visto è il kettlebell Technogy. Bellissimo, elegante, lussuoso, gommato che sembra vellutato ma con maniglia cromata.

Mi dicono che costa qualcosa come 17 al chilo, spero si siano sbagliati. Ad ogni modo, anche se costasse 30 centesimi al chilo, per me non vale il ferro di cui è fatto, se non per metterlo in casa su un mobile, in quel caso mi piacerebbe.

La verità sta nel mezzo…diciamo, più verso il basso 😉

Da 2,25 a 17 euro al chilo, c’è una bella differenza, ma a mio parere un buon kettlebell puoi pagarlo intorno a 5 euro al chilo…perché ti ripeto, se le misure sono buone e rispetta le tue esigenze, è un attrezzo infinito che non necessita di manutenzione o cure particolari.

Tutto quello che trovi nel mezzo a questi due kettlebell devi valutarlo.

I kettlebell da gara sono perfetti come dimensioni e costano poco, solo 4 euro al chilo se sei iscritto alla federazione ghiri sport Italia, 6 al chilo se non sei iscritto.

Altri kettlebell simili, a mio parere non ha senso comprarli, a meno che siano davvero identici come dimensioni e misure ma costino meno.

Ultima cosa, kettlebell buoni, usati costano circa 2,5 al chilo, e prenderli usati è sempre un buon affare, perché .. usati cosa?? non è una macchina, o una scarpa, è ferro! Sarà intaccata la verniciatura ma il suo lavoro lo farà sempre!

CONCLUSIONE

Per comprare il miglior kettlebell per le tue esigenze, devi guardare al RAPPORTO PREZZO/ANALISI CARATTERISTICHE.

Non puoi solo guardare il prezzo, in assoluto, devi contestualizzarlo grazie ad un’analisi delle caratteristiche dell’attrezzo, dei pro e dei contro.

Prima analizza tutte le cose che abbiamo visto, poi valuta se il prezzo conviene, perché è meglio spendere 10 centesimi di più al chilo e prendere un attrezzo ottimo, piuttosto che risparmiare 10 centesimi e prendere un kettlebell che non utilizzerai.

Ricordati che un kettlebell è praticamente infinito, è eterno, è un investimento sicuro, sempre, se lo compri buono.

 

Il miglior kettlebell secondo kettlebell specialist

Dopo anni e anni di ricerca abbiamo identificato il miglior kettlebell sul mercato, quello con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Il vincitore è il kettlebell di NOBRAND

Questi kettlebell hollow sono fatti bene, sono belli esteticamente ed hanno un trattamento sulla maniglia che la rendo molto porosa, non scivola mai e se usi la magnesite, si attacca benissimo.

I kettlebell NOBRAND sono i gli hollow con il prezzo più basso sul mercato ma noi di Kettlebell Specialist siamo riusciti ad avere un codice sconto su tutto il materiale che produce questa ditta.

CODICE SCONTO:KTB2022

 

Bene, siamo arrivati alla fine di questo articolo, spero ti sia stato utile.

 

Per scoprire come funziona il nostro programma di allenamento a distanza, clicca: QUI

Per partecipare al nostro Corso Pratico Kettlebell Specialist, clicca: QUI

 

Su Fecebook abbiamo un gruppo nel quale condividiamo le nostre esperienze, le nostre conoscenze. Se ti va iscriviti e fammi sapere cosa ne pensi di questo articolo.

Clicca su questo link per iscriverti al gruppo:

https://www.facebook.com/groups/www.kettlebellspecialist.it/

Il CapoBranco

PS:

Per iscriverti al gruppo Facebook devi rispondere a due semplicissime domande che ti vengono poste nel momento in cui invii la richiesta, ricordati di rispondere altrimenti non verrai messo dentro.

Clicca sul link per iscriverti:

https://www.facebook.com/groups/www.kettlebellspecialist.it/

 

 

 

Comments 9

  1. Dico solo wow ?sto per comprare una coppia di kettlebell e mi hai praticamente aperto un mondo ….grazie mille

    1. Post
      Author
  2. articolo davvero utile e interessante, senza i tuoi consigli sarei finito con l’acquistare un prodotto scadente!

    grazie!

  3. Ciao articolo illuminante! Puoi spiegare perché sconsigli il manico triangolare? Per il manico cromato immagino che non ti piace perché scivoloso giusto?

    1. Post
      Author

      Ciao Riccardo
      perché quando provi ad incastrarlo uno dei due corni della maniglia ti preme inevitabilmente troppo sull’avambraccio

  4. Ciao, sto valutando di comprare un kettlebell e cercando ho letto il tuo articolo. In particolare volevo sapere cosa ne pensi del CARNIELLI. La base non mi sembra troppo stretta, prezzo competitivo, maniglia non troppo larga (mi pare). che ne dici? grazie

    1. Post
      Author

      Ciao Andrea
      ho dato un’occhiata in rete ma quei kettlebell hanno la maniglia triangolare e sono gommati male. Ti consiglio di cercare un altro modello, magari un hollow.
      Vedi se trovi qualcosa sul sito di “no brand strength”

  5. Ciao Francesco,
    complimenti per l’articolo e per i tuoi video! Ho comprato una serie di kettlebell hollow da NOBRAND, e devo dire che il rapporto qualità/prezzo è davvero ottimo. La maniglia ha una forma perfetta e la spedizione è stata velocissima. Unica perplessità….la larghezza della maniglia è 130mm, cioé 6-8 mm in più rispetto ai kettlebell da competizione.
    Secondo te può essere un grosso problema questa differenza? (sono alto 172cm, ho le mani tendenzialmente piccole).

    1. Post
      Author

      Ciao Luca
      perdona il ritardo nella risposta, non mi era arrivata la notifica.
      Quella differenza di misura non crea nessun problema in base alla tua altezza e va benissimo. Potresti riscontrare dei problemi solo se fai le gare di kettlebell lifting perché i kettlebell che trovi in gara sono leggermente diversi ma a parte questo vanno bene.

      Se ti hai domande scrivimi pure direttamente alla mail kettlebellspecialist@gmail.com ….li le notifiche mi arrivano di certo 😉

      Buona giornata

      Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.